formica
formica rossa
Formica rossa

Tipi di formiche in Italia

Senza ombra di dubbio le formiche rappresentano uno dei più grandi esempi di organizzazione, collaborazione e vita di gruppo che vi siano in natura.
Di questo insetto sono esistenti circa 6000 specie, raggruppati nell’ordine degli imenotteri, famiglia dei formicidi, e le più diffuse in Italia sono la formica rossa, formica argentina, formica del miele (vivono in Arizona e in America centro meridionale) e formica gigante.
Il loro corpo è costituito da capo, torace e addome, hanno sei zampe e sono dotate di antenne e di un apparato boccale masticatorio.
Alcune specie hanno un aculeo o ghiandole velenifere per difesa.

formica argentina
Formica argentina

Organizzazione del formicaio

Le formiche si dividono in caste: regina (unica femmina feconda), operaie (formiche femmine) e soldato (formiche maschio). Di solito l’accoppiamento avviene in volo, ma può verificarsi anche sugli alberi, sul suolo vicino al nido e in casi eccezionali all’interno del formicaio.
In alcune specie, infatti, i maschi non hanno le ali e quindi l’accoppiamento avviene per terra (non c’è il cosiddetto volo nuziale).
Dopo la fecondazione il maschio muore, mentre la femmina perde le ali e diventa regina.
La regina produrrà le uova mentre le operaie, che possono vivere oltre 15 anni, se ne prenderanno cura.

formicaio
Formicaio

Ma quali i pericoli per l’uomo?

Le formiche sono generalmente onnivore e vengono attratte all’interno delle abitazioni dalle sostanze zuccherine o da altri alimenti. Sono considerati generalmente insetti tranquilli, ma ne esistono esemplari aggressivi: le formiche del genere Eciton (formiche legionarie) vivono in Amazzonia, si riuniscono in eserciti e razziano ogni cosa che incontrano sul loro cammino. Le più grandi sono le Bulldog (Australia) che possono raggiungere i 2,5 cm di lunghezza.

Curiosità sulle formiche

Un nido di formiche tagliafoglie consuma ogni giorno una massa di foglie pari a quella consumata da un bovino adulto, e le loro tane possono raggiungere una profondità di 8m, trasformandosi così in vere e proprie trappole per il bestiame.

Secondo una ricerca scientifica le formiche argentine formano un’unica maxi colonia dalla Liguria al Portogallo, costituendo la comunità di esseri viventi sociali più numerosa al mondo.