ratto

Tipi di ratti e topi in Italia

 

NomeMus MusculusRattus NorvegicusRattus Rattus
ImmagineMus MusculusRattus NorvegicusRattus Rattus
Dove vivonoCase vecchie e magazziniFogne, canalette dell'acqua o elettricheFogne, canalette dell'acqua o elettriche
ColoreGrigio chiaroGrigio marroneGrigio scuro, nero
Vita media2 anni3-4 anni3-4 anni
AlimentazioneOnnivoroOnnivoroOnnivoro
Lunghezzadai 6 ai 9 cmdai 20 ai 25 cmdai 16 ai 20 cm
Prole annua30-3520-3020-30
Forma della testaaffusolataarrotondataaffusolata
Peso medio15 gr350 gr220 gr

Tra i servizi che V. Disinfestazioni offre ai suoi clienti non si può dimenticare la derattizzazione. Come avvertono alcuni esperti, infatti, soprattutto nella Capitale, i ratti sono in forte espansione con la conseguenza che i roditori stanno sviluppando una seria immunità ai veleni.
Bisogna innanzitutto fare una distinzione tra i ratti e i topi comuni.

Tipi di topi e ratti

Il ratto è un genere di roditore della famiglia dei Muridi simili ai topi, dai quali si differenziano per il pelo più ispido e l’indole feroce.
Tra i principali, il ratto nero o comune (Rattus Rattus) e il ratto delle chiaviche o surmolotto (Rattus Norvegicus), i quali si nutrono di sostanze alimentari arrecando spesso gravi danni alla popolazione.

Il topo (Mus Musculus), invece, che infesta le case vecchie e i magazzini, proviene della famiglia dei Muridi e viene chiamato anche topo domestico (lungo 3-4 cm con muso appuntito munito di baffi lunghi e sottili, corpo coperto da pelo grigio con coda lunga e squamosa).
Meno timorosi di una volta nei confronti dell’uomo, i ratti esplorano nuovi territori da colonizzare tanto che è sempre più frequente trovare in casa un topo di fogna, risalito per la canalette dell’acqua o dell’elettricità o addirittura fuoriuscito dai water.

Ma quali i pericoli per l’uomo?

I rischi sanitari sono altissimi.
I ratti, infatti, possono trasmettere all’uomo innumerevoli malattie virali e batteriche come la rabbia, la peste, il tifo, la toxoplasmosi, l’elettrospirosi, ecc..